Stampa

Trofeo grifone Sarno 25/04/2016

Fantastico bagnatissimo Trofeo Grifone a battesimo del nuovo tracciato

 

Il nuovo tracciato del Circuito Internazionale Napoli a Sarno ha ospitato in un bagnatissimo lungo fine settimana il 19esimo Trofeo Grifone includendo anche la prova del trofeo di marca Rotax.  Per le classi ROTAX i vincitori sono stati: G. Rago (DD2),  R. Tancredi (Rotax Max) e F. Pagano (Junior)

 

Sono stati 63 gli acquanauti, cioè i piloti che hanno sfidato l’incessante pioggia che ha accompagnato tutte le fasi della 19esima edizione del Trofeo Grifone per il Karting, a Sarno.

Le attese per il battesimo del nuovo tracciato erano altissime ma le condizioni atmosferiche sono state severe ed in tanti hanno preferito rimandare l’appuntamento. La Direzione di Gara ha creato 6 categorie per la gara registrando comunque ben 37 concorrenti per le classi Rotax.

Il programma ha previsto le qualifiche ufficiali con le pole fatte registrare per S. Anzelmo (BirelArt/Tm) nella 125 ProDriver+Club; per A. Apicella (TopKart/Lke) nella Entry Level; per R. Mazzola (TonyKart/Tm) nella 60ccMini e per M. Brasili (Ipk/Iame) nella OKJ. Per le classi della Rotax, miglior tempo nelle crono per A. Zollino (DD2), per M. Candela (Max) e per F. Pagano (Junior). L’intera sessione svolta in condizioni di pista bagnata. Ottima la tenuta dell’asfalto e piloti coadiuvati della Direzione di Gara intenzionatissimi a continuare a correre per il Trofeo Grifone sul nuovo tracciato del Circuito di Sarno che ora misura 1590 metri a giro.

Le prefinali sono state le prime gare ufficiali per il nuovo percorso. Ha iniziato la Rotax DD2 che ha visto la vittoria del poleman Andrea Zollino. A seguire la classe accorpata 125 ProDriver + Club con Sabato Anzelmo che confermando le prestazioni in qualifica, vince. Classe Entry Level e 6 giri da campioni per tutti con la vittoria per Emmanuele Vittozzi, figlio d’arte. Ancora con la classe Rotax Max ed il mattatore nonché vincitore Alfredo Gagliardi dopo un bel duello con M. Candela. La classe 60ccMini che ha visto la vittoria per Matteo Bagnardi ed infine la Rotax Junior con Francesco Pagano primo alla bandiera a scacchi mentre M. Brasili, unico in classe con specifiche OKJ del veicolo, termina quinto.

A concludere l’evento le Finali della 19esima edizione del Trofeo Grifone. La pioggia, nel pomeriggio, ha quasi esaurito la sua forza. Il drenaggio del tracciato e dell’asfalto hanno lavorato al meglio e le condizioni di gara sono migliorate. Le prime file delle griglie delle finali sono state naturalmente costituite dai vincitori e dai podi delle prefinali. Nella Rotax DD2 alla fine dei 14 giri di gara la vittoria è andata a G. Rago che sovverte ogni pronostico approfittando della sfortunatissima gara di Zollino il quale chiude anzitempo il trofeo con tanto amaro in bocca e con l’energia giusta per riprendersi la vittoria a Sarno alla prossima occasione. Alle sue spalle a concludere il podio, G. Ronga ed P. Amatruda.  Nella 125 ProDriver + Club primo posto per L. Caso (Rk/Tm) che corona un grande personalissimo Trofeo Grifone. Anzelmo che aveva monopolizzato la classe nelle fasi precedenti si è dovuto “accontentare” della seconda posizione con qualche rammarico finale e terzo sul podio, F. Caterino ancora una volta molto competitivo a Sarno.  Entry Level con rivoluzione in quanto Vittozzi dice addio alla gara al terzo giro e quindi vincitore è stato A. Apicella (TopKart/Lke). La classe Rotax Max ha visto una finale davvero spettacolare con molti cambiamenti al vertice. Alla fine, vince il Trofeo per la sua classe uno straordinario R. Tancredi ed alle sue spalle Gagliardi e Candela. Ritorna la pioggia per le ultime due gare di finale. Per la 60ccMini 8 giri tribolati che sono anche un pesante esame per i concorrenti. Vince R. Mazzola (TonyKart/Tm) e lo fa davvero bene tenendosi dietro per le posizioni finali di vertice Guerrera e Bagnardi. Conclude il Trofeo Grifone del 2016 la classe Rotax Junior. Per tutto il trofeo è stato un avvincente duello fra Pagano e Settimo. Ma alla bandiera a scacchi, anche per la finale ha prevalso Francesco Pagano autore inoltre del giro più veloce. Che Trofeo per il padrone di casa!